Simone Santini

Attiva da oltre 40 anni nel settore dell’allevamento e vendita di prodotti avicoli, Fileni Alimentare S.p.A. è stata fondata nel 1978 a Jesi da Giovanni Fileni e oggi la sede si trova a Cingoli, in provincia di Macerata. L’azienda negli anni è cresciuta in modo costante e si conferma oggi come terzo player nazionale nel settore delle carni avicole e leader in Italia di carni bianche da agricoltura biologica. Fileni, ancorata alla tradizione ma al contempo attenta al presente e proiettata nel futuro grazie ad un atteggiamento creativo e innovativo, ha conquistato i consumatori con i suoi prodotti naturali e di qualità.

#Piano di Ripartenza

Chiusure e riaperture, lunghi periodi di stand-by e tentativi di ripresa. Ogni settore dell’economia è stato coinvolto in modo diverso dalla crisi. Come avete affrontato questo periodo e come è cambiata la vostra industry?

La pandemia ha avuto un impatto rilevante sulla nostra industria che, da oltre vent’anni, è la principale produttrice di carni bianche biologiche in Italia. Siamo stati costretti ad apportare modifiche significative, soprattutto in termini organizzativi delle attività e del personale negli stabilimenti produttivi. In questa occasione abbiamo scoperto una grande capacità di adattamento al cambiamento repentino, integrata a un rafforzato livello di collaborazione tra i vari dipartimenti interni per sopperire alle difficoltà. I cambiamenti organizzativi sono stati necessari inoltre anche per seguire la tendenza del consumatore che, come effetto psicologico della pandemia, ha iniziato a preferire un’alimentazione più salutare e a scegliere quindi con più attenzione e consapevolezza i prodotti da acquistare. In questo contesto anche il mix è cambiato: l’aumento degli acquisti online ci ha permesso di accelerare il percorso di comunicazione diretta verso i nostri sostenitori attraverso un cambio di strategia social media. Al fine di diventare un brand attivista, ci siamo prefissati nuovi e importanti obiettivi per comunicare in modo trasparente ciò che realmente siamo, raccontando la virtuosità che sta dietro al nostro modello di business e al nostro percorso di filiera integrata e sostenibile. La nostra nuova strategia social media si basa su un accordo di collaborazione con alcuni ambassador per ognuno dei nostri tre “macro pillar”: wellness, nutrizione e sostenibilità. Il progetto prevede il coinvolgimento di tre atleti per la parte wellness, relativo ai benefici per l’organismo di una corretta alimentazione unita all’attività sportiva; la collaborazione con un’esperta nutrizionista che racconta il rapporto tra alimentazione, nutrizione e stato di benessere psicofisico legato al consumo di carni bianche e biologiche per la parte relativa al nutrizionismo e, infine, il coinvolgimento di Federico Quaranta, noto giornalista e conduttore de “Il Provinciale”, un programma Rai in cui tratta temi legati alla tutela dell’ambiente e sostenibilità, per il terzo pilatro legato alla sostenibilità ambientale e sociale. Quello che in primis vogliamo comunicare è l’effetto di una dieta sana e quindi bio sulla natura, il rispetto per il bene comune e la “naturalità” di tutto ciò che fa parte del nostro percorso virtuoso di filiera.

#Rapporto Cliente Fornitore Territorio

Una delle grandi sfide oggi è creare un network affidabile. Potete raccontarci un esempio di partnership dove la collaborazione con la filiera ha giocato un ruolo centrale?

Da questo punto di vista selezioniamo molto attentamente i nostri fornitori. Il primo esempio che vi vorrei raccontare è la nostra collaborazione con Novamont, una delle aziende leader in Europa per lo sviluppo e ricerca dei materiali compostabili biodegradabili (Mater-Bi), che ci hanno permesso di esaltare ulteriormente il nostro percorso virtuoso di filiera sostenibile. Inoltre, da più di un anno, abbiamo lanciato sul mercato l’ecovassoio Fileni BIO, in cartoncino e che permette di ridurre del 90% l’utilizzo della plastica, riciclando nella carta l’intero vassoio di cartoncino e nella plastica il film che lo avvolge.

Il secondo esempio di collaborazione virtuosa è l’utilizzo di combustibili come il LNG (Liquefied Natural Gas) che ci ha permesso di ridurre dell’oltre 10% le emissioni di CO2 al km. Siamo molto fiduciosi perché crediamo che ci possano sempre essere condizioni ottimali per continuare nel tempo il percorso. Vogliamo essere un brand attivista a tutti gli effetti e la nostra missione è far sì che il consumatore riconosca in Fileni, prima di tutto, un brand ispirazionale.

Cosa vi aspettate dal futuro?

Ci piacerebbe che i ns consumatori/sotenitori si indirizzano le loro scelte verso i Brand come il nostro che garantiscano la tutela del bene comune come la terra, l’acqua e le energie rinnovabili, perché siamo convinti che fare business in maniera etica e sostenibile non solo è possibile ma necessario.

Oggi i consumatori sono più informati e vicini ai brand etici, ma la vera sfida è conciliare la scala valoriale tra un Brand ed il consumatore: nel momento in cui le due cose combaciano, allora si può vincere, insieme.

rafforza la tua filiera, sostieni l’Italia

Unisciti a Guber Banca e a i102 per sostenere l’economia italiana e fortifica la tua impresa attraverso la finanza digitale.